head
UK BIO

RASSEGNA STAMPA 2015



... Having a disc full of premières can make a nice change for a reviewer. While I very much enjoy getting stuck into a pile of comparisons it is refreshing just to be able to report on pioneering content and innate quality. Andrea Bacchetti's accustomed home for recordings, the Fazioli Concert Hall is a touch on the dry side, though this balance suits the intimacy and simplicity of Hasse's music where a grand cavernous space would not. Bacchetti's style for these pieces follows his approach with the other recordings mentioned. He resists giving the music romantic rubati, adds no extra pianistic octaves and refuses to lard the notes with elaborate ornamentation, though there is flexibility in the shaping of phrases and a few witty inflections. Disarming directness is the key here, with the energy seeming to emerge from the notes rather than the player. The programming is usefully varied, with the upward motion of the Fuga per organo an extra lift between already good-humoured sonatas in major keys. The slow movements are jewels of almost naïve beauty, such as the Largo from the Sonata per cembalo, and the Andante from A favourite Concerto which is drawn out to 8:37 but still manages to sound elegant and natural. ...

Review

Music Web International - January, 2015 - (Dominy Clements)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Ritorna nella suggestiva cornice della Chiesa di San Domenico, con la Direzione Artistica di Giuseppe Nova, Jeff Silberschlag e Larry Vote, il tradizionale Concerto di Capodanno, giunto quest'anno all'ottava edizione. Appuntamento il 1° gennaio 2015 alle 17.30, per festeggiare ancora una volta in musica il nuovo anno che nasce....

Musica - Concerto di Capodanno con Alba Music Festival

www.newsspettacolo.com - 27 novembre 2014 (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

... Andrea Bacchetti al pianoforte sarà il solista ospite, accompagnato dall'Orchestra Filarmonica di Stato della Romania ... Il programma presenta il Concerto n.1 per pianoforte e orchestra di Ludwig Van Beethoven, opera che delinea i tratti caratteristici del grande compositore tedesco, l'energia, la libertà, e la profondità di sentimento. ...

Primo dell'anno con Bacchetti e l'Orchestra della Romania

Gazzetta d'Alba - 23 dicembre 2014 (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

... Ci sono Bizet, Verdi, Rossini, Cajkovskij e i valzer di Strauss. Pezzo forte è però il Concerto in do maggiore n. 1 per pianoforte e orchestra di Beethoven: un pezzo straordinario in cui il giovane Ludwig - che ancora pensava di sfondare come concertista - amplifica le strutture e il linguaggio del concerto mozartiano e li porta a livelli di virtuosismo mai raggiunti prima. Alla tastiera Andrea Bacchetti, uno dei nomi più acclamati del pianismo italiano. ...

Il concerto di Capodanno ad Alba con l'Orchestra filarmonica romena

www.laRepubblica.it - 30 dicembre 2014 (Nicola Gallino)

ARTICOLO COMPLETOgo

Ha registrato ancora una volta il tutto esaurito il concerto di Capodanno di Alba Music Festival, ieri pomeriggio in San Domenico. Sotto la bacchetta del direttore americano Roberto Gutter, protagonista ancora una volta l'Orchestra Filarmonica di Stato della Romania; ospite il solista Andrea Bacchetti, uno dei più acclamati pianisti delle ultime generazioni. Il programma ha reso omaggio ai grandi compositori del passato, da Beethoven a Bizet, da Verdi a Rossini, fino ai celebri valzer di Strauss. Tra il pubblico un gruppo da Londra di 40 persone e uno austriaco di 25. ...

Tutto esaurito per il concerto di Alba

La Stampa - 2 gennaio 2015 (I.C.)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... Lunedì 12 gennaio 2015 il M° Bacchetti tornerà in Valtellina per esibirsi all'Auditorium Torelli di Sondrio dove, grazie a un ricco e articolato programma che dimostrerà tutta la sua versatilità e il suo virtuosismo pianistico, renderà onore a una rassegna di grandi e significativi compositori europei che furono attivissimi protagonisti nel lungo periodo dal Settecento ai tempi nostri. ...

Recital del pianista Andrea Bacchetti al "Torielli"

www.intornotirano.it - 9 gennaio 2015 (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

... il pianista Andrea Bacchetti accompagnerà il pubblico fra le mille possibilità timbriche, melodiche e tecniche del suo strumento con musiche "Da Bach a Rossini" ... Un programma impegnativo e vario, interpretato dal pianista genovese che già ha affascinato il pubblico valtellinese in più occasioni. A proposito delle sue qualità musicali, di lui hanno scritto: "Uno dei più interessanti interpreti di Bach dei nostri tempi" (Pizzicato), "Dotato d'uno stile molto individuale e, al tempo stesso, capace di divertire ed elevare" (BBC Music Magazine).

Si va "Da Bach a Rossini" con Bacchetti all'auditorium

www.laprovinciadisondrio.it - 10 gennaio 2015 (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

Lunedì scorso un Auditorium praticamente al completo ha accolto l'esibizione del pianista Andrea Bacchetti ... Con l'insolito programma "Da Bach a Rossini" il giovane musicista ha mostrato un'eccezionale capacità di interpretare con efficacia brani di epoche diverse, di passare da un compositore all'altro, anche se temporalmente e stilisticamente lontani ... Tre brani ancora insoliti hanno chiuso fra numerosi applausi il concerto, e portato il pubblico a chiedere più volte il bis ...

Bacchetti esalta tutte le possibilità del pianoforte

la Provincia - 15 gennaio 2015 (Mariella Gusmeroli)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... Johann Sebastian Bach è sacro, e gli Amici della Musica lo propongono all'ascolto attraverso un concerto raffinatissimo ... Soltanto una viola e un pianoforte per toccare il cielo della perfezione ... un programma semplice e apparentemente breve, ricco tuttavia di significati ...

Una viola, un piano e la musica di Bach

Nuovo Quotidiano di Puglia - 15 gennaio 2015 (Anita Preti)

ARTICOLO COMPLETOgo

... al primo concerto pubblico in questa formazione, l'interplay tra i due artisti dal vivo è stato perfetto, come deve essere sempre e, a maggior ragione, per un repertorio così rigoroso come quello bachiano. Boisseau e Bacchetti costruiscono uno spettacolo molto equilibrato: prima il pianista in solo, poi due sonate in duo, successivamente un brano per sola viola e, in finale, un'altra sonata per viola e piano. Già nei primi minuti è apparsa evidente la concezione musicale di Bacchetti: un Bach visto sotto un'ottica che potremmo definire romantica, caratterizzato da una certa drammatizzazione delle frasi e dei rapporti. ... il pubblico ha molto apprezzato la proposta bachiana di Boisseau e Bacchetti ...

Entusiasmante e romantico il concerto del duo Boisseau e Bacchetti

Taranto Oggi - 20 gennaio 2015 (redazione)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... La critica internazionale ne esalta da sempre le capacità sottolineando "il tocco brillante e ipnotico, il rispetto della purezza del suono, le atmosfere particolari, la freschezza iridescente e la forza narrativa di un lirismo semplice". È un pianista meticoloso, Bacchetti. Così preciso da mettere sullo stesso piano "la razionalità e la poesia" in Chopin e Debussy ... Bacchetti è un campione di comprensione e virtuosismo. Italiani come lui, genovese per l'esattezza, ce ne sono pochi oggi. ... una prova di rigore stilistico, riflessione mista ad eleganza, vitalità sospesa tra una ipersensibilità e un fibrillante senso del mistero. ...

Ecco Bacchetti, piano virtuoso e grande talento

La Provincia di Varese - 17 gennaio 2015 - (D. Iel)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Il pianista Andrea Bacchetti con il Collegium Musicae diretto da Luigi Sferrazza inaugura oggi (alle 17.30 all'Oratorio del Santissimo Salvatore) il ciclo di concerti dell'Accademia. Il programma è dedicato a Bach di cui saranno eseguiti tre concerti (in re minore, mi maggiore, fa minore) per strumento e archi, ed il Concerto Brandeburghese in sol maggiore. ...

«Accademia» Bacchetti inaugura la stagione

Giornale di Sicilia - 25 gennaio 2015 - (Sara Patera)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Tedesco di nascita ma vissuto a Venezia, Johann Adolf Hasse (1699-1783) si presenta come un intermediario tra varie forme espressive del 18° secolo. E' evidente che il virtuosismo barocco, che ritroviamo nelle forme dell'opera e del concerto, non gioca un ruolo significativo in Hasse, che si rivela piuttosto un maestro dai toni sottili, dalle melodie semplici e di introspettiva bellezza. E tutto questo risulta molto congeniale al pianista italiano Andrea Bacchetti.
Con un incedere sospeso, in cui anche la musica sembra trattenere il respiro, Bacchetti si dedica ad ogni nota con grande cura. La sua esecuzione fa di ogni suono un gioiello, e non si tratta di coincidenze. Bacchetti non esibisce se stesso, non si mette in primo piano ma anzi, al contrario, approccia la musica di Hasse con reverenza e la nobilita con il suo tocco trasparente.
Il suo virtuosismo agile e raggiante, che abbiamo ben conosciuto nel suo Bach e nel suo Scarlatti, qui lascia spazio ad una lettura molto poetica, morbida e lirica, che avvicina l'ascoltatore alla specificità di queste sonate in un modo molto semplice ma proprio per questo molto toccante. ...

Hasse e Bacchetti, due Maestri delle tonalità delicate

PIZZICATO - 26 gennaio 2015 - (Alain Steffen)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... Il repertorio del pianista genovese si va quindi configurando come un riservatissimo giardino musicale di delizie antiche, degustate al piano­forte senza eccessivi scrupoli filolo­gici perché la filologia serve a rico­struire un paesaggio sonoro nella sua storicità, mentre il paesaggio sonoro di Bacchetti è astorico e su­blimato. È proprio questa l'impres­sione all'ascolto del brano d'apertu­ra del CD, il movimento iniziale di una sonata conservata nella Biblio­teca del Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia.
Il fraseggio si dipana quieto e imperturbabile, lon­tano dalle scorie sentimentali delle passioni terrene, le sonorità sono calibrate con la precisione di un orafo, sono evitate brillantezza e spigolosità, il timbro stesso ha qual­cosa di opaco. Dove serve, come nella Fuga per organo in Re mino­re, Bacchetti sfodera un tocco più deciso e sonorità più robuste, ma è evidente la sua predilezione per un universo timbrico rarefatto, antire­torico e antiromantico.
La scelta del repertorio settecentesco non è quindi legata alla necessità di pro­porre al mercato discografico rarità e novità, piuttosto risponde una ne­cessità per così dire interiore, quasi a completare naturalmente un per­corso artistico iniziato con la musi­ca di Johann Sebastian Bach.
La distanza di Andrea Bacchetti da una prospettiva filologica è del re­sto dimostrata dall'uso continuo, anche se molto misurato, del peda­le, e dalla rinuncia a priori alla bril­lantezza ed alla bizzarria. ...

Andrea Bacchetti - Hasse

MUSICA - n.263 febbraio 2015 - (Luca Segalla)

ARTICOLO COMPLETOgo

Continua a deliziare il lavoro di ricerca di Andrea Bacchetti entro le pieghe della produzione concertistica settecentesca rimasta per varie ragioni in ombra; dopo le pagine di Cherubini, quelle di Baldassarre Galuppi e di Benedetto Marcello, ecco una bella sorpresa per molti con un gruppo di opere di Johann Adolf Hasse ... Bacchetti, con la confidenza che è andato via via acquistando verso questo universo ancora piuttosto riservato, legge la musica di Hasse con una mobilità di inflessioni e con una naturalezza di eloquio che ne mettono in risalto il carattere felicemente colloquiale, nell'ampiezza dell'affettuosità melodica come nei risvolti di umore, quasi a ricomporre il quadro di una deliziosa galanterie.

CD&DVD Recensioni

CLASSIC VOICE - n.189 febbraio 2015 - (Gian Paolo Minardi)

ARTICOLO COMPLETOgo

RCA propone un nuovo CD nell'ambito della collana "Tastiera italiana" che esplora il nostro settecento musicale, riportando alla luce opere e autori poco o per niente conosciuti. Oggi è la volta di un autore ed intellettuale veramente europeo, Johann Adolf Hasse, detto "il Sassone", come si legge sui frontespizi di molte sue opere ... Andrea Bacchetti, che della collana è il curatore filologico e l'esecutore, ci offre un disco completamente dedicato a Sonate i cui manoscritti sono conservati nelle biblioteche dei Conservatori di Venezia e di Brescia e che vengono presentati in prima esecuzione mondiale. Si tratta di musica semplice e pulita, cui bene si addice il tocco estremamente delicato di Andrea Bacchetti. Un buon disco che tratteggia validamente questa singolare figura di musicista europeo.

Recensioni

www.cdclassico.com - febbraio 2015 - (Angelo Formenti)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Grande successo per il primo appuntamento di "Obiettivo Scuola", il progetto dedicato agli studenti inserito nella rassegna "Pomeriggi in musica" che si è tenuto ieri in Sala Dante alla Spezia. Tutto esaurito per l'esibizione del duo formato da Giampiero Sobrino (clarinetto) e Andrea Bacchetti (pianoforte), accompagnati da Giulia Ceroni alla viola ...

"Obiettivo Scuola" ... centrato!

La Nazione - 8 febbraio 2015 - (Chiara Tenca)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

"Virtuosismi trascendentali", concerto in programma nel ciclo musicale «Sabato in Concerto» della stagione 2014-2015, promossa dalla Fondazione Pescarabruzzo presso la Maison des Arts di Pescara, tenutosi sabato pomeriggio 21 febbraio alle 18, con due concertisti di primo piano.
Il concerto - di grande rilevanza artistica, curato dal Direttore artistico Maurizio Di Fulvio - ha proposto un programma vario di brani musicali da J.S. Bach, W.A. Mozart, F. Poulenc, P.A. Genin, G. Verdi con Fantasie sulla Traviata, F. Doppler, F. Borne con Fantasie sulla Carmen di Gerge Bizet. ...

"Virtuosismi trascendentali" Giuseppe Nova e Andrea Bacchetti ieri alla Maison Des Artes

www.pescaranews.net - 22 febbraio 2015 - (Angela De Francesco)

ARTICOLO COMPLETOgo

... Originali interpretazioni ed esecuzioni di brani classici, eseguiti dai due musicisti: il piemontese Giuseppe Nova al flauto ed il ligure Andrea Bacchetti al pianoforte. Uno dei più rappresentativi flautisti italiani della sua generazione, Giuseppe Nova suona con un flauto d'oro Powell 19,5 carati, espressamente costruito per lui; Andrea Bacchetti, pianista, ha suonato con più di 50 direttori e numerose orchestre di rilievo internazionale. Molto particolare l'esecuzione del brano "Attimi" di R. Bellafronte, musicista di origine di Vasto, presente in sala che ha voluto assistere di persona alla interpretazione dei due grandi musicisti del suo pezzo.
Una conclusione eccellente del concerto con il brano contemplativo "Meditation de Thàis" di J. Massenet, molto apprezzato dal numeroso ed attento pubblico presente.

Pescara, "Virtuosismi trascendentali" con Giuseppe Nova e Andrea Bacchetti

www.lopinionista.it - 23 febbraio 2015 - (redazione)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Und noch mehr Ersteinspielungen: Der Italiener Andrea Bacchetti präsentiert vier Sonaten von Johann Adolf Hasse, deren Manuskripte in venezianischen Bibliotheken aufbewahrt werden. Hinzu kommen zwei weitere Sonaten erstmals auf einem modernen Flügel. Hasses Musik ist bewusst einfach gehalten und sehr eingängig, aber schön. Dazu passt das klare, transparente und sehr zurückgenommene Spiel Bacchettis auf dem sehr brillanten Fazioli-Flügel.

Hasse: Sonaten/Sonatas from the Italian Manuscripts

www.klassik-newletter.de - März 2015 - (Arnt Cobbers)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Amanecer, mediodía, atardecer y claro de luna. Las pinturas musicales de estos cuatro momentos del día protagonizan en la Fundación Juan March cuatro recitales de piano en los Conciertos del Sábado de este mes de marzo, desde el día 7 hasta el 28, todos ellos a las 12 horas. Se retransmiten en diferido por Catalunya Música. ... MEDIODÍA - Concierto con videocreación del pianista Andrea Bacchetti con obras de Claude Debussy (1862-1918); Gian Francesco Malipiero (1882-1973); Arnold Bax (1883-1953); Franz Liszt (1811-1886); y Johann Sebastian Bach (1685-1750).
Reconocido intérprete de Bach, Andrea Bacchetti debutó a los 11 años y recibió consejos de artistas como Berio, Karajan o Magaloff. Entre sus registros destacan las Variaciones Goldberg (que interpreta en este concierto) y las obras para piano de Berio. ...

Luces del dia: conciertos para ver y escuchar, en la Fundación Juan March

www.ForumClásico.es - marzo de 2015 (redacción)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

A RAFFICA: note e parole, suoni e idee, ricordi e auspici. Deve ancora auspicare, può già ricordare un musicista di 34 anni in carriera da 23? Sì, e anche grazie a un eloquio che corre forte più di uno studio di Liszt. Genovese, pianista, in possesso di un curricolo quanto meno invidiabile, ma amante anche dello show televisivo come dimostrano le sue apparizioni da Chiambretti e a Striscia la notizia, Andrea Bacchetti condisce la sua vispa conversazione con frequenti affondi di clamorosa modestia (ma anche improvvise bordate di critica simpatia) ...

Bacchetti: «Stavolta la prova è di... Resistenza»

Il Resto del Carlino - 18 marzo 2015 - (p.m.)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Música de gran transparencia, de texturas en la que predomina el uso de la melodía acompañada de una armonía sencilla, que se mueve entre el resabio barroco tardío, con claras fuentes en alguno de sus contemporáneos, y un estilo galante, donde la habilidad para la escritura vocal se vuelca con especial intensidad en el teclado ... Bacchetti resulta un intérprete excelente de esta música, a la que se acerca de una manera elegante, equilibrada y cálida, con un acentuado control del sonido que, junto a la claridad de articulación, le permite abordarlas desde un piano moderno sin apenas uso del pedal para respetar su origen, pero aportando las notas de color imprescindibles.

Disco Critica de la a a la z - los mejores discos para Febrero 2015

RITMO - n.884 April 2015 (José Luis Arévalo)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Il 38enne pianista genovese è tornato in Tv nel programma di Piero Chiambretti e propone anche qualche minuto di Chopin, Bach o Scarlatti, con "ritorni" interessanti sui social network. La dimostrazione che la televisione è il mezzo ideale per raggiungere i giovani: «Sono sempre più presenti ai miei concerti, mi fermano per strada».
La collaborazione con Antonella Ruggiero: una grande voce e un pianoforte.
La cosa che mi ha sempre colpito di Andrea Bac­chetti è la curiosità. Chi pensa al pianista classico iso­lato in una torre d'avorio quando lo conosce deve ri­credersi. Bacchetti è un musi­cista classico che si interessa di tutto. E non solo di pia­noforte. Certo, quando è alla tastiera si immerge nei suoi adorati Bach e Mozart, ma quando gli parli senti che la sua testa è quella di un uomo del terzo millennio.
Non è un caso che, a di­spetto di tanti sopraccigli al­zati nel mondo dell'accade­mia, vada spesso in televisio­ne ospite del suo mentore Piero Chiambretti. E il popo­lare conduttore torinese, lo conosciamo tutti, non è fa­moso per il bon-ton. Insom­ma, ogni volta i siparietti tra i due sono improntati alla più disinvolta e irriverente ironia.
Un altro musicista classico al posto di Bacchetti avrebbe gettato la spugna subito. Non il 38enne pianista genovese che sul punto ha le idee chia­rissime: «La prima cosa che dovrebbe fare la "classica" è utilizzare un linguaggio più semplice, alla portata di tutti». E la Tv è il mezzo ideale per raggiungere milioni di italiani. ...

Incontro con Andrea Bacchetti - Quel pianoforte buca il piccolo schermo

SUONARE NEWS - n. 215 Aprile 2015 (Filippo Michelangeli)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... A Treviglio il pianista ligure è ospite dell'Orchestra sinfonica di Sanremo, che dal 2003 accompagna i big e gli emergenti sul palco dell'Ariston durante il Festival della canzone italiana. L'ensemble compie quest'anno 110 anni e fa parte delle dodici istituzioni concertistiche riconosciute dallo Stato. La sua sede è il Teatro dell'Opera del Casinò di Sanremo. A dirigerla è il maestro Giancarlo De Lorenzo. ... Domani, il repertorio è tra i più raffinati. L'orchestra e Bacchetti eseguiranno una sinfonia di Franz Haydn e una scritta da Mozart quando aveva solo otto anni e che faceva già intravedere il suo enorme peso artistico.

Il pianista Bacchetti, da Chiambretti al teatro

www.bergamo.corriere.it - 11 aprile 2015 - (Rosanna Scardi)

ARTICOLO COMPLETOgo

Il programma del concerto è la quint'essenza lucente del classi­cismo, dell'equilibrio come regola aurea. Mozart e Haydn raggiun­gono quella «perfezione assoluta» che sfocerà prima nei rulli di tam­buri della Rivoluzione francese e poi nei tumulti romantici, nei timpani squassanti dell'Ottocen­to.
Andrea Bacchetti sembra una curiosa personificazione di que­ste due opposte facce della musi­ca, tra luce classica e nascoste inquietudini romantiche. Ha esordito - il nostro Festival Piani­stico di Brescia e Bergamo testi­mone - come promettentissimo, scalpitante enfant prodige. ... Bacchetti ha un profilo di mu­sicista serissimo, segue e si spe­cializza in autori sommi, a partire da Bach per andare a Mozart, da Mendelssohn a Domenico Scar­latti, il re napoletano del clavi­cembalo barocco. Per la prestigiosa Decca incide anche il con­temporaneo (e conterraneo) Lu­ciano Berio. Tuttavia la notorietà, fuori dai circoli ristretti della classica, è arrivata per lui inaspet­tatamente dalla tv, ospite fisso della striscia «Chiambretti Ni­ght» seduto alla tastiera, a far da spalla al padrone di casa. Un ruolo nato per caso: un'attrice gli aveva chiesto di accompagnarla al piano per un provino da cantante a Mediaset. Lei fu scartata e fu pre­so lui. ...

A Treviglio c'è Bacchetti pianista di talento lanciato da Chiambretti

Eco di Bergamo - 12 aprile 2015 - (Bernardino Zappa)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Ex enfant prodige, oggi pianista maturo, Andrea Bacchetti passa con disinvoltu­ra dal rigore contrappuntistico e razionale di Bach alle folli e grottesche perfor­mance televisive con Piero Chiambretti. Domani sera (ore 21), l'artista genovese sarà ospite della Giovine Orchestra Genove­se per il ventunesimo appuntamento sta­gionale. Il recital si preannuncia particolar­mente interessante e "denso". Bacchetti in­fatti aprirà con il suo amato Johann Seba­stian Bach per passare poi al classicismo con Mozart e Beethoven, toccare l'Ot­tocento italiano con Rossini, dedicarsi al ro­manticismo tedesco con Liszt, Schumann e Chopin ed entrare nel Novecento con Debussy e Gianfrancesco Malipiero.
Un bel viaggio nelle sonorità del pianofor­te, così come una splendida esplorazione del­la tastiera ha appassionato, venerdì sera, gli spettatori dell'Auditorium del Porto Antico. Lì non c'era solo un pianoforte, ce n'erano tre e a stupire il pubblico sono arrivati Luis Bacalov, Stefano Bollani e Alberto Pizzo, tre generazioni a confronto, tre storie diverse, accomunate tuttavia da una straordi­naria versatilità e da un incontenibile e con­tagioso entusiasmo. ...

Primavera di note

La Repubblica, Genova - 12 aprile 2015 (Riccardo Molinari)

ARTICOLO COMPLETOgo

... il pianista Andrea Bacchetti torna questa sera, dopo nove anni e dopo aver consolidato il suo ruolo sulla scena internazionale, alla GOG di Genova per un concerto al Teatro Carlo Felice alle ore 21. ...

Bacchetti torna oggi alla GOG dopo nove anni

La Stampa, Savona - 13 aprile 2015 - (Mi.Reb.)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Domani venerdì 17, dalle 21 all'auditorium Mozart, decimo appuntamento della stagione dell'Orchestra Sinfonica Giovanile del Piemonte, dopo il grande concerto dello scorso anno con le Variazioni Goldberg, torna Andrea Bacchetti, che per l'occasione ha deciso di presentare un programma insolito, da lui fortemente voluto. La critica internazionale lo osanna come un grande talento e lo incorona tra i primi pianisti della sua generazione: è dunque in particolare onore riaverlo sul palco eporediese per la seconda stagione consecutiva ...

Con Bacchetti il pianoforte raggiunge vette di eccellenza

Il Risveglio Popolare - 16 aprile 2015 (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

Con entusiasmo abbiamo riaccolto il pianista Andrea Bacchetti che ci aveva conquistati, l'anno scorso, con la sua esecuzione delle Variazioni Goldberg di J.S.Bach. ... il Bach di Bacchetti è rigoroso ma non rigido, ritmico ma non ossessivo, squadrato ma non pesante, interiore ma non severo; è sciolto, fluente ed evidenzia, coniugandoli perfettamente, l'ascetismo e il senso metafisico di stampo nordico con la poesia e la morbidezza di cui era ricco l'animo del grande compositore, e di cui è luminoso esempio il secondo tempo del Concerto Italiano, eseguito con stupefacente espressività ed equilibrio.

Il pianismo "pensato" e meditato di Andrea Bacchetti

Il Risveglio Popolare - 23 aprile 2015 (c.z.o.)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... Aside from a discreet filled-in octave or embellishment here and there, Bacchetti plays these works simply and directly, with just enough colour and nuance to keep things interesting without overloading the music. He enlivens the D minor organ fugue's detached and sustained phrasings and eloquently sings out the three-movement G major Sonata's central Largowith virtually no help from the sustain pedal. Even the threadbare textures of the strangely proportioned F major Concerto (two short, quick movements bookending a lengthy slow movement) benefit from Bacchetti's subtle changes of timbre in order to delineate solo and tutti roles. His playing always makes a strong case for Hasse's undisputed melodic gifts. ...

Review

www.gramophone.co.uk - April 21st, 2015 (Jed Distler)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... Corporatura minuta e sguardo vivace dietro ai grandi occhiali, oggi trentenne con un curriculum importante alle spalle, è ritenuto uno tra i più esperti pianisti nel repertorio barocco ... un successo internzionale che tuttavia non lo ha condizionato: «Ogni volta che faccio un concerto, prima di suonare ho una grande tensione, quasi un terrore, poi se comincio bene, mi libero. Quando suono davanti al pubblico sento quel forte desiderio di trasmettere le emozioni che prima vivo io: l'interprete si trova sempre nel mezzo, in quella terra di confine tra il pensiero del compositore e quello che lui immagina e vuole trasmettere».

Forte, quel piano portato a braccia per il concerto a Villa Durazzo

la Repubblica - 23 aprile 2015 (Bettina Bush)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Andrea Bacchetti è un personaggio talmente noto per le sue partecipazioni agli show televisivi di Chiambretti che la sua bravura di musicista rischia di rimanere in secondo piano. Per gli spettatori del primo concerto del LakeComo Festival 2015, Bacchetti si presenterà nei suoi più consoni panni di concertista con un programma che potrebbe spaziare da Scarlatti a Bach a Hasse.
Con lui sul palco di Villa Vigoni a Loveno di Menaggio ci sarà l'arpista Floraleda Sacchi a rispondere nell'ideale "duello" di note. Forse i due troveranno un accordo in Mendelssohn, o forse no. Bacchetti e Floraleda sono sufficientemente dotati di tecnica ed estro artistico da trasportare il pubblico in mondi sonori dove i grandi della musica hanno scritto le loro pagine più intense.
Solo all'inizio del concerto, mercoledì 29 aprile alle 21, verrà annunciato il programma della serata. ...

Parte con Andrea Bacchetti la primavera del LakeComo Festival

www.comocity.it - 28 aprile 2015 (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

Alle 21 a Villa Vigoni a Loveno di Menaggio si esibiranno il pianista Andrea Bacchetti e l'arpista Floraleda Sacchi, direttore artistico della longeva manifestazione che porta la musica da camera proprio all'interno delle stanze per cui è stata concepita, scegliendo tra le più belle dimore del Lario. E sarà un'intrigante sfida perchè i due musicisti annunciano «un duello a colpi di brani di Domenico Scarlatti e Johann Sebastian Bach, cercando un accordo in originali duetti». ...

LakeComo Festival con piano e arpa

La Provincia di Como - 29 aprile 2015 (Alessio Brunialti)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... Si tratta di brevi brani, che meritano ascolto anche perché rappresentano un'occasione ghiotta per coloro che vogliono maggiormente indagare quel periodo che troppo sbrigativamente gli storici definiscono "galante" ... Ed ecco che Andrea Bacchetti in quel repertorio ci (ri)mette le mani, manine d'oro e sapienti, e realizza un disco interessantissimo, che si torna ad ascoltare sempre volentieri. Bacchetti è un pianista che - personalmente - non mi stancherò mai di consigliare all'amico raffinato come a quello più sprovveduto. ...

Customer reviews

www.amazon.it - 30 aprile 2015 (Antonio)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... La sua presenza in tv ha diffuso notevolmente la sua notorietà.
«È vero. Le mie partecipazioni alle trasmissioni di Chiambretti hanno avuto un grande riscontro. Nel mio dna c'è la voglia di andare controcorrente, di fare cose belle che altri non hanno mai fatto. Anche il mondo della classica ha bisogno di rinnovarsi; di vestire panni nuovi, quelli dell'era di internet e dei social; di avvicinare il pubblico, soprattutto i giovani, parlando la loro lingua, con semplicità. Nelle ultime trasmissioni, ho suonato live in questo contesto tutt'altro che classico uno Studio di Chopin e alcune Variazioni Goldberg. Le reazioni del pubblico sono state molto positive. Anche discograficamente parlando l'esperienza in tv ha avuto ottime conseguenze. Di questa nuova realtà ormai hanno preso coscienza in molti, anche gli organizzatori più conservatori e critici, quelli che inizialmente storcevano il naso per la mia presenza in televisione: ai miei concerti ci sono sempre più giovani. Un pubblico nuovo può scoprire la bellezza, l'eleganza, il virtuosismo e l'emozione che nasce dall'ascoltare la grande musica».

Andrea Bacchetti: un pubblico nuovo

Amadeus - maggio 2015 (Giuseppe Scuri)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... l'Unione Musicale, nel mese di maggio, propone per la prima volta l'Imola Chamber Orchestra, una realtà apparsa di sorpresa nell'estate 2013, come naturale proseguimento delle attività didattiche dell'Accademia di Imola. Da alcuni anni, l'innovativo metodo che spinge giovani talenti del pianoforte a confrontarsi con maestri sempre diversi è stato esteso agli archi e alla direzione d'orchestra. La ruvida saggezza di Vladimir Ashkenazy ha incoraggiato e sostenuto da vicino la nascita dell'ICO, che prosegue il percorso formativo verso un'esperienza realmente professionale. Le esecuzioni sono spesso occasioni d'incontro con musicisti autentici e originali. Ad Alba, presso la Fondazione Ferrero, l'Imola Chamber Orchestra incontra le lucide interpretazioni mozartiane di Andrea Bacchetti; il pianista, che ha costruito la sua carriera sullo studio di Luciano Berio e sulla musica per tastiera di Bach, consegna il suo suono asciutto e meditato all'energia dei giovani orchestrali per un concerto interamente dedicato a Mozart. ...

Due orchestre giovanili per due giorni di bellezza

Sistema Musica - maggio 2015 (Alessio Tonietti)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Il celebre pianista Andrea Bacchetti terrà un recital stasera alle 21 al "Nicolini". Bacchetti, tanto stimato quanto acclamato da un vasto pubblico, torna a Piacenza per proporre un programma dai contenuti sonoramente squisiti e allettanti. A partire da uno dei massimi compositori mai esistiti, quel Bach di cui Bacchetti è considerato uno dei più grandi interpreti, con tanto di ricca discografia realizzata. ... Domani e venerdì, grazie all'organizzazione del maestro Marco Alpi, Andrea Bacchetti terrà una masterclass di pianoforte su L'opera per tastiere di Johann Sebastian Bach. ...

Masterclass di Pianoforte "L'opera per tastiere di J.S. Bach"

Libertà - 13 maggio 2015 (Bag)

ARTICOLO COMPLETOgo

... Una performance notevole per intensità, vigore e spessore emotivo e che ha ulteriormente ribadito la straordinaria versatilità di Bacchetti. ... Il pianista non ha previsto stacchi, ha suonato con fluidità e scioltezza davvero ammirevoli senza intervallo. Possiede estro e genialità, ha manualità immensa e squisita sensibilità concertistica, un "one man show" per eccellenza. A Piacenza ha regalato uno stupendo viaggio in sonorità settecentesche, un affresco delicato e stimolante, uno stimolo alle percezioni ma anche ai più profondi sentimenti.

Bacchetti, l'intensità di Bach

Libertà - 14 giugno 2015 (Fabio Bianchi)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

È diventato famoso in TV con Chiambretti, nonostante Andrea Bacchetti sia uno dei più geniali e virtuosi pianisti italiani di musica classica: un vero enfant prodige. ... Domani sera omaggerà la città di Vercelli con un concerto a ingresso gratuito in Santa Maria Maggiore interamente dedicato a Bach, con un programma di assoluto rilievo. La Camerata Ducale per chiudere in bellezza il Viotti Festival ha infatti deciso di optare per una cornice sacra e preziosa, suggestiva e coinvolgente che amplificherà il pathos esecutivo di una tra le opere per pianoforte più amate di ogni tempo del sommo compositore tedesco, le cui note sono un vero e proprio nutrimento per l'anima. Bacchetti è schietto, vivace, brillante, originale e folle quanto deve essere un vero genio. L'abbiamo intervistato in esclusiva per i nostri lettori. ...

Bacchetti superstar ritorna al Viotti Festival

La Sesia - 22 maggio 2015 (Rita Francios)

ARTICOLO COMPLETOgo

... Protagonista di questa serata è stato dunque una vecchia e simpatica conoscenza di queste parti, quell'impagabile folletto della tastiera che è Andrea Bacchetti, con un impaginato monograficamente dedicato a uno dei suoi autori "di baule", cioè J. S. Bach: il clou del programma erano le Variazioni Goldberg, precedute dalla Toccata in Mi min. BWV 914 e seguite dalla quinta Suite francese, dal Concerto italiano in fa maggiore BWV 807 e infine dalla seconda delle Suites inglesi. ... La virtù principale, pubblicamente riconosciuta al pianismo di Bacchetti è la perfetta tornitura del suono, lavorato con la precisione di un orafo, non freddo e astrattamente «tecnico», ma animato da un delicato lirismo: un suono che si sgrana per ogni singola nota, anche nelle zone agogicamente più veloci del pezzo ...
Il lunghissimo applauso del pubblico ha salutato alla fine una serata che, sia per la singolarità della performance, sia per la qualità dell'esecuzione, sarà difficile dimenticare.

Andrea Bacchetti nella chiesa barocca di S. Maria Maggiore a Vercelli

www.corrierebit.com - 24 maggio 2015 (Bruno Busca)

ARTICOLO COMPLETOgo

... lo stile delle Variazioni Goldberg combina insieme ricerche di alto livello musicale e matematiche con un profondo contenuto emotivo che è "nutrimento per l'anima" in primis e non solo per la mente. Ebbene, ci voleva Andrea Bacchetti, giovane virtuoso del pianoforte, a riportare le note di questa composizione eccelsa del grande Bach in città. Un furetto geniale, assolutamente perfetto nell'esecuzione, il pianista noto e apprezzato a livello internazionale, ha dato prova di una performance eccezionale, meditativa e ieratica. Totalmente concentrato, quasi in estasi, perdue ore ha omaggiato il numerosissimo pubblico presente (la chiesa era affollatissima) di un ascolto di rara bellezza esecutiva. Lunghissimi applausi lo hanno riportato al pianoforte per un bis straordinario e senza soluzione di continuità, dove ha combinato con rara maestria diversi autori fra i quali Hasse, Scarlatti e poi Beethoven con un finale strepitoso. ...

E infine arrivò il piccolo grandissimo Bacchetti

La Sesia - 26 maggio 2015 (rf)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... Questa sera (26 maggio) con «Il Sassone veneziano» il virtuoso pianista Andrea Bacchetti, beniamino del pubblico del Festival, torna ad Alba per presentare la sua incisione di un capolavoro dimenticato: si tratta delle Sonate di Johann Adolf Hasse, un compositore tedesco che ebbe una grande reputazione fra i contemporanei e che scelse l'Italia come patria d'adozione, trascorrendovi quasi tutta la sua vita morendo, a Venezia, nel 1783. L'appuntamento è alle 21 nella chiesa di San Domenico. ...

Bacchetti interpreta le Sonate di Hasse

La Stampa - 26 maggio 2015 (Roberto Fiori)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... quando il suono del pianoforte inizia a risuonare, sotto le dita di un raffinato pianista classico come Andrea Bacchetti, musica e luogo diventano tutt'uno per creare l'atmosfera di una serata fuori dall'ordinario ... con chiarezza di fraseggio e cantabilità, Bacchetti ha interpretato un programma tutto imperniato su Ludwig Van Beethoven, riuscendo a trarne sia la matrice più settecentesca, sia l'anima romantica. Richiamato più volte dal pubblico che si è assiepato nel piccolo spazio della piazza, Bacchetti ha terminato il concerto con un generoso bis: il Concerto Italiano di J.S. Bach. ...

Contile, pianoforte e passione: Bacchetti incanta con Beethoven

Gazzetta di Parma - 2 luglio 2015 (R.S.)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... Il concerto ha visto protagonista un repertorio che ha spaziato nel mondo personale della Ruggiero, dando ampio spazio ai classici dei Matia Bazar, da Ti sento a Per un'ora d'amore, arrangiati in una chiave innovativa sospesa tra il classico e il moderno, che ha messo in luce le fantastiche doti tecniche del pianista Bacchetti, il quale ha eseguito anche alcuni brani di Mozart e Beethoven, e le grandissime capacità interpretative di una delle più belle voci femminili del panorama musicale italiano. Notevolissime le versioni di Vacanze romane, richiesto anche come bis, dell'Ave Maria di De Andrè, senza dimenticare una incursione nell'area operistica e nella tradizione genovese. ...

Sold out per il concerto di Antonella Ruggiero e Andrea Bacchetti

www.latinanotizie.it - 11 luglio 2015 (redazione)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Nel parco della Villa Porticciolo di Rapallo, questo pomeriggio alle 18 si svolge la finale del 31° Premio letterario nazionale per la donna scrittrice "Rapallo-Carige". Le finaliste sono Silvana Gandolfi, Letizia Muratori e Valentina D'Urbano ... La serata, presentata da Enrico Cisnetto, sarà animata dagli artisti Neri Marcorè, Antonella Ruggiero e Andrea Bacchetti. ...

A Rapallo la finale del 31° premio Rapallo-Carige

Corriere Mercantile - 18 luglio 2015 (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

Valentina D'Urbano con "Quella vita che ci manca", edito da Longanesi, ha vinto il 31° Premio letterario nazionale per la donna scrittrice "Rapallo-Carige" consegnato ieri a Rapallo. Il terzo romanzo della trentenne scrittrice romana ha ottenuto 43 voti su 70, precedendo "I più deserti luoghi" di Silvana Gandolfi e "Animali domestici" di Letizia Muratori. ... All'occasione letteraria si è unito lo spettacolo, grazie alle musiche di Andrea Bacchetti e Antonella Ruggiero ...

D'Urbano vince il Rapallo-Carige con "Quella vita"

Corriere Mercantile - 19 luglio 2015 (redazione)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Da questa sera ritorna una delle più antiche rassegne musicali italiane, la Sagra Musicale Malatestiana di Rimini, alla sua edizione numero 66. L'ouverture toccherà al giovane pianista Andrea Bacchetti. L'artista genovese ritorna alla manifestazione che lo ha applaudito anche lo scorso anno, in un omaggio a Fellini. Il recital sarà questa volta dedicato a un percorso andata e ritorno nelle Suites Inglesi e Francesi per clavicembalo di Johann Sebastian Bach, attraversando lavori di François Couperin e Jean-Philippe Rameau ...

Il piano di Bacchetti per la Malatesta

Corriere di Bologna - 11 luglio 2015 (P.D.D.)

ARTICOLO COMPLETOgo

Dopo 26 anni di concerti in pubblico (il primo è del dicembre '89 quando lui aveva solo 12 anni), Andrea Bacchetti si dice ancora terrorizzato all'idea di dover salire su un palco e poggiare le mani sulla tastiera del suo piano. Non fa eccezione la chiamata di stasera alla Pieve San Michele di Santarcangelo di Romagna dove alle 21.30 il suo programma barocco (Bach, Couperin, Rameau) dà il via ufficiale alla 66a Sagra Musicale Malatestiana. ...

Bacchetti: «Ecco il mio Bach»

il Resto del Carlino - 11 agosto 2015 (Lorella Bolelli)

ARTICOLO COMPLETOgo

... Cinque grandi concerti sinfonici al Palacongressi, musica da camera, un progetto di contemporanea dedicato a Maderna e uno barocco su Rameau, incursioni filosofico-letterarie attraverso i Wittgenstein e un recital sul pianoforte di Verdi appena restaurato: tutto questo a partire da questa sera alle 21.30 nella Pieve di San Michele a Santarcangelo, protagonista Andrea Bacchetti con musiche al pianoforte di Bach, Couperin e Rameau ...

Da Rameau a Maderna la Sagra celebra secoli di musica

La Repubblica, Bologna - 11 agosto 2015 (Luca Baccolini)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Profeta in patria? Qualche volta capita. E così è certamente per Andrea Bacchetti, uno dei maggiori pianisti a livello internzionale, la cui famiglia è originaria di Uscio e che è nato e vissuto a Recco. E qui, nel Golfo Paradiso, torna volentieri ad esibirsi quando gli impegni professionali glielo consentono. «Siamo orgogliosi di avere tra i nostri concittadini un grande come lui - dice Caterina Peragallo, assessore alla cultura - lo abbiamo invitato e lui ha subito detto sì». Attualmente al Festival Internazionale di Murten, in Svizzera, il pianista si è detto felice di «tornare a suonare nel "nostro" Levante, dove sono nato e dove trascorro il mio (poco) tempo libero» ...

Bacchetti profeta in patria: Recco plaude al suo talento

Il Secolo XIX - 20 agosto 2015 (E.M.)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... Andrea Bacchetti las sirve al piano (un Grand Piano Fazioli Modelo F238) de manera sumamente satisfactoria. Por lo general, de la música atraen sobre todo los movimientos lentos, donde el compositor se muestra como un melodista deliciosamente inspirado. El intérprete pone por supuesto de relieve esa cualidad en fragmentos ... en que las voces se cantan con diferencias de color no por muy sutiles menos eficaces. Pero también en los allegros se ha de subrayar la elocuencia de una forma de pulsar las teclas que dota de sentido coherente a todo lo que, por otro lado estupendamente gracias a la excelencia de las tomas, se oye. Muy, muy recomendable por muchos, muchos conceptos.

LOS DISCOS EXCEPCIONALES DEL MEIS DE SEPTIEMBRE

Scherzo - septiembre de 2015 (Alfredo Broton Muñoz)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... Bach è anche nel programma che Bacchetti proporrà alla Villa dei Tasso, insieme a Mozart, Debussy, Liszt, Chopin e Rossini. « Sunonerò brani arcinoti, adatti anche a un pubblico non specializzato. Spero solo di tornare in forma, perchè sono appena tornato dal Messico e ho addosso ancora un po' di fuso orario. A Bergamo ho suonato già diverse volte, sono stato ingaggiato dal Festival pianistico, dalla Società del Quartetto, dagli Incontri Europei con la musica ... » ...

Suono Bach, ma la tv mi fa vivere

L'Eco di Bergamo - 11 settembre 2015 (Lucia Ferrajoli)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Sarà il noto pianista genovese Andrea Bacchetti, il solista invitato questa sera al Teatro Ristori (alle 20,30 con replica domani alle 17) dalla Fondazione Arena per il secondo appuntamento della sua stagione sinfonica. Quel Bacchetti che debuttò, a soli 11 anni, nella Sala Verdi di Milano con i Solisti Veneti e la direzione di Claudio Scimone, lo stesso direttore che incontrerà nuovamente questa sera ...

Bacchetti ritrova Scimone con Mozart, Haendel e Clementi

L'Arena - 24 ottobre 2015 (Gianni Villani)

ARTICOLO COMPLETOgo

L'Allievo (al pianoforte) e il maestro (a dirigere l'orchestra) insieme sul palcoscenico per omaggiare la grande musica del Settecento. Sono i brani di Handel, Mozart e Clementi i protagonisti del secondo concerto della Stagione Sinfonica al Teatro Ristori, che vedrà il maestro Claudio Scimone ritrovare il solista Andrea Bacchetti, che con lui ha debuttato alla fine degli anni Ottanta, quando aveva solo undici anni. Il doppio appuntamento è per domani alle ore 20,30 e poi, in replica, domenica alle 17 ...

Il Settecento sulla tastiera. Bacchetti omaggia Mozart

Corriere di Verona - 23 ottobre 2015 (L.R.)

ARTICOLO COMPLETOgo

... Come interprete Andrea Bacchetti è rimasto sostanzialmente fedele a quello che un tempo assorbiva la lezione e la musica di Luciano Berio, o se si può dire, che ha raffinato, quintessenziato le posizioni da cui era partito. Nella sua esecuzione così liscia, pudica e gentile, la delineazione del patetico c'è tutta ... L'espressività si accompagna ad un grande senso della misura e dell'eleganza. In sintesi un'interpretazione di grande affabilità che il pubblico ha mostrato di gradire ...

Bacchetti-Scimone ancora «complici» sulle note di Mozart

L'Arena - 26 ottobre 2015 (Gianni Villani)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... Bacchetti è noto soprattutto quale interprete di J.S.Bach e di alcuni compositori italiani del '700 (Scarlatti, Galuppi, ecc.). Anche in Mozart ha per mostrato una valida sintonia musicale e dopo le due ottime anticipazioni dei due brani introduttivi eseguiti con accurata espressività, ha trovato una dimensione d'eccellenza nei due celebri concerti, coadiuvato da una quintetto d'archi di grande rilevanza estetica. ... Ottimo l'equilibrio delle parti e grande rigore tecnico-stilistico per Bacchetti che riesce a mantenere con costanza il giusto equilibrio delle dinamiche. ...

Andrea Bacchetti e il Quintetto d'archi dell'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai per Serate Musicali

www.corrierebit.com - 17 novembre 2015 (Cesare Guzzardella)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... Bacchetti - pianista apollineo, che interpreta lo spirito geometrico di Bach alla perfezione - per questo recital sceglie un programma assolutamente classico, a Bach seguono Mozart, Beethoven, Schumann, e finale con Rossini. ... Applausi scroscianti, Bacchetti è più volte richiamato sul palco, fino all'agognato bis, prima uno studio di Chopin sui tasti neri, giocoso e torrenziale, quasi Raveliano, poi, sorpresa, "Over the raimbow", eseguita con grandissima gentilezza nel tocco, con preziosismi degni di un Errol Garner. Ancora interminabili applausi e ancora un bis, con una breve composizione di Villa Lobos, in cui Bacchetti scatena la sua tecnica incredibile. Tutto esaurito, persone in piedi, e grandissimo successo per un pianista di valore internazionale che dà anche l'impressione di essere una persona simpatica. ...

Albenga, successo per Andrea Bacchetti

www.albengacorsara.it - 19 novembre 2015 (Alfredo Sgarlato)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

La Habana, 18 nov (RHC) Del 23 al 29 de este mes, importantes figuras del arte de Italia participarán en la XVIII Semana de la Cultura del país europeo en Cuba, informó el embajador de Roma en La Habana, Carmine Robustelli. El diplomático destacó la presencia del violinista Uto Ughi, el acordeonista Marco Lo Russo y los artistas de la plástica Michelangelo Pistoletto y Piero Pizzi Cannella, exponentes de un amplio reconocimiento internacional. ... Asimismo, destacó la inauguración oficial de la XVIII Semana de la Cultura Italiana, el día 23 a las seis de la tarde en la Basílica del Convento de San Francisco de Asís, con la presentación del Maestro Uto Ughi, acompañado por el pianista Andrea Bacchetti. ...

Próximamente en Cuba, importantes artistas italianos

radiohc.cu/noticias/cultura - 18 de noviembre 2015 (Bárbara Gómez)

ARTICOLO COMPLETOgo

The magic of classical music delighted the attendees to the inaugural concert of the 18th Week of Italian Culture in Cuba, which continues today in this capital with attractive proposals. Through an exquisite recital, Italian instrumentalists Uto Ughi (violin) and Andrea Bacchetti (piano) shook the audience gathered in the Basilica of the Convent of St. Francis of Assisi, located in the historic center of the Cuban capital. ... Ughi and Bacchetti pooled their talents to give to lovers of classical music a recital full of elegance and softness, which was attended by the Italian ambassador to Cuba, Carmine Robustelli. ...

Week of Italian Culture in Cuba began with Music

plenglish.com (Prensa Latina) - 24 de noviembre 2015 (Sc/lam/clp)

ARTICOLO COMPLETOgo

Il grande violinista Uto Ughi, con Andrea Bacchetti al piano, ha incantato il pubblico che ha riempito la Basilica Minore del Convento di San Francesco d'Assisi nella prima giornata invernale di quest'anno. L'Ambasciatore Carmine Robustelli ha presentato con brevi parole il ricco programma di questa XVIII Settimana di cultura la quarta durante la sua missione, ed ha fatto un cenno sull'importanza della cultura, sottolineata dal primo ministro Matteo Renzi durante la sua recente visita a L'Avana. ... La Primavera di Ludwig van Beethoven ha aperto il concerto di questa Settimana che rende omaggio a Pier Paolo Pasolini, a 40 anni dalla sua uccisione.
Hanno incantato il pubblico vari pezzi di Tartini, Sarasate, De Falla e Camille Saint-Säensm interpretati con immenso talento dai due musicisti che hanno offerto un concerto davvero squisito.
Uto Ughi inoltre offrirà stamattina nella ISA Istituto Superiore d'Arte una Master class agli allievi di questo centro di cultura. ...

Uto Ughi ha aperto la Settimana della Cultura Italiana in Cuba

it.granma.cu/cultura - 28 novembre 2015 (Gioia Minuti)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

In arrivo un'eccezionale esclusiva musicale per Messina nell'ambito della Stagione Concertistica Accademia Filarmonica Bellini 2015-16. ...

Messina, Accademia Filarmonica: Uto Ughi e Andrea Bacchetti in concerto

www.strettoweb.com - 26 novembre 2015 (Marina Pagano)

ARTICOLO COMPLETOgo

... L'Accademia Filarmonica di Messina presenta venerdì 4 dicembre alle 21, al Palacultura "Antonello", il concerto dello strepitoso violinista internazionale Uto Ughi con l'eclettico e brillante Andrea Bacchetti al pianoforte. ...

Messina - Al Palacultura concerto dello strepitoso violinista internazionale Uto Ughi

www.strill.it - 2 dicembre 2015 (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

Grande attesa in città per il concerto-evento di venerdì 4 dicembre alle ore 21, al Palacultura "Antonello" di Messina, che avrà come protagonisti il più popolare e amato violinista italiano contemporaneo, Uto Ughi e il brillante e internazionale pianista Andrea Bacchetti (lanciato televisivamente, nel 2011, dal "Chiambretti Night"). È un'esclusiva "storica" per la città dello Stretto che ha l'onore di ospitare Ughi, uno dei più grandi violinisti di tutti i tempi, in duo con il celebre musicista Bacchetti. ...

Uto Ughi con Andrea Bacchetti 4 dicembre Palantonello

www.imgpress.it - 3 dicembre 2015 (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

... Un duo fenomenale composto da due ottimi solisti che suonano insieme eccezionalmente per l'Accademia Filarmonica di Messina e in Sicilia, protagonista di un repertorio che esplora, attraverso pagine molto accattivanti e virtuosistiche, la letteratura per violino e pianoforte. Il programma, da Tartini a Beethoven, da De Falla a Saint Saens, fino a concludere con la pirotecnica Carmen Fantasy di Pablo De Sarasate, metterà in evidenza il virtuosismo e la passione di un egregio artista come Uto Ughi e la sintonia invidiabile di Bacchetti. ...

Il violinista Uto Ughi stasera al Palacultura

www.tempostretto.it - 4 dicembre 2015 (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

Il concerto del più amato violinista italiano contemporaneo Uto Ughi con l'eclettico Andrea Bacchetti è stato un trionfo ieri sera al PalAntonello. Trionfale concerto di Uto Ughi, il cui carisma e la cui comunicativa ha incantato ieri sera la platea del palacultura Antonello esibendosi con il maestro pianista Andrea Bacchetti. Teatro stracolmo e standing ovation. Quello di ieri nell'ambito della stagione unificata Accademia Filarmonica di Messina - Associazione Bellini non si può definire solo un concerto, ma molto di più ... Un duo eccezionale, due grandi solisti che hanno mostrato uno squisito affiatamento, elargendo momenti di autentica poesia ...

Messina - Trionfo del concerto Uto Ughi con Andrea Bacchetti ieri sera al PalAntonello

www.scomunicando.it - 5 dicembre 2015 (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

Grande successo venerdì sera per un evento straordinario nell'ambito della Stagione Concertistica 2015-2016 dell'Accademia Filarmonica di Messina e dell'Associazione Musicale "V. Bellini": il concerto del grande e carismatico violinista internazionale Uto Ughi, in duo con l'eccellente pianista Andrea Bacchetti, reduci dal successo riscosso in tournée all'Avana. La folla, all'ingresso del Palacultura, è quella delle grandi occasioni e questa sera, sicuramente, è una di quelle che non si possono perdere e che - in ambito concertistico - si può definire "storica". ...

Il grande violinista Uto Ughi incanta gli spettatori al Palacultura "Antonello da Messina"

www.globusmagazine.it - 9 dicembre 2015 (Rosaria Landro)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... L'esecuzione di Andrea Bacchetti è stata pregevolissima, perfetta nella tecnica caratterizzata d a un suono cristallino, grazie al quale i vari temi che si succedono e si sovrappongono in contrappunto, soprattutto nei preludi delle suites inglesi, sono perfettamente percepiti ed identificati dall'ascoltatore. ... È stata l'occasione per ascoltare, in un'efficace interpretazione sobria che ha concesso quasi nulla al sentimentalismo ...

Successo al Castello Bauso per il pianoforte barocco di Andrea Bacchetti

www.tempostretto.it - 7 dicembre 2015 (Giovanni Franciò)

back

ARTICOLO COMPLETOgo