head
UK BIO

RASSEGNA STAMPA 2019



Concerto a cura di GOG Giovine Orchestra Genovese, il cui ricavato sarà devoluto a favore dell'Associazione "Per il sorriso di Ilaria di Montebruno", sorta nel 2014 per raccogliere fondi per la ricerca sull'Atassia di Friedriech, una malattia genetica rara e attualmente incurabile ... Andrea Bacchetti è oggi uno dei più sensibili interpreti della musica di Bach al pianoforte, trovando nell'analitica lettura della musica e nella raffinatezza dell'articolazione sonora una cifra esecutiva di valore speciale ...

Camogli: al Teatro Sociale concerto benefico di Andrea Bacchetti

www.levantenews.it - 28 dicembre 2018, (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

Un artista con i fiocchi e una serata benefica: sabato 5 alle 21, a cura della GOG, il Teatro Sociale ospita il concerto del pianista Andrea Bacchetti. L'incasso sarà sarà devoluto all'associazione "Per il sorriso di Ilaria di Montebruno" ... «Il nostro impegno e la nostra speranza - dichiarano i genitori di Ilaria, una ragazza ligure di vent'anni colpita dall'Atassia di Friedrieck nel 2014 - è per dare un futuro a tanti giovani malati nel mondo, come nostra figlia, come la nostra amica Emma e tanti altri»...

Concerto benefico al Teatro Sociale - Andrea Bacchetti contro la malattia

il Secolo XIX - 3 gennaio 2019, Rossella Galeotti

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Un trio composto da tre pezzi da novanta per Bx3, il concerto del prossimo venerdì sera 11 gennaio alle ore 20.45 presso la Sala concerti dell'Accademia Perosi. Torna a Biella il virtuoso del pianoforte Andrea Bacchetti, musicista di grande talento, già noto al pubblico biellese, questa volta insieme a Giuseppe Nova, considerato uno dei più rappresentativi flautisti italiani della sua generazione, e al contrabbassista Giorgio Boffa, strumentista eclettico che fin dalla sua formazione ha accostato agli studi classici nuovi percorsi stilistici e formule inesplorate di espressioni contemporanee. ...

Accademia Perosi, tre pezzi da novanta per il concerto Bx3

www.newsbiella.it - 6 gennaio 2019, (b.b.)

ARTICOLO COMPLETOgo

Tre compositori, tutti contraddistinti dall'iniziale B, e tre interpreti di altissimo livello, per un concerto che corre attraverso i secoli, intrecciando tre generi diversi: la musica classica, le atmosfere jazz e il musical. Nel nuovo anno, la stagione concertistica dell'Accademia Perosi riparte, questa sera alle 20,45 nella sala concerti al primo piano di Palazzo Gromo Losa al Piazzo, con «Bx3: Bach, Bolling, Bernstein», un programma affidato a un trio d'eccezione. Ritorna infatti in città il virtuoso del pianoforte Andrea Bacchetti (che nel maggio del 2017 tenne un concerto in duo con il violinista Roberto Ranfaldi), questa volta insieme a Giuseppe Nova, considerato uno dei più rappresentativi flautisti italiani della sua generazione, e all'eclettico contrabbassista Giorgio Boffa. ...

Viaggio dalla classica al jazz: al Perosi va in scena il "Bx3"

La stampa - 11 gennaio 2019, (Simona Romagnoli)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Il concerto più atteso della XXXIII Stagione di musica da camera e sinfonica di Mestre al Teatro Toniolo 2018/2019 è quello del violinista italiano di eccellenza mondiale, Uto Ughi, insieme ad Andrea Bacchetti al pianoforte, venerdì 25 gennaio alle ore 20.30. Uto Ughi ritorna al Toniolo a quattordici anni dalla sua ultima esibizione, nel 2005, in occasione dell'inaugurazione della Stagione musicale dopo la prima fase di restauro del Teatro. Il concerto è stato ideato dal Direttore Artistico Mario Brunello quale un omaggio alla straordinaria carriera di Uto Ughi, alfiere della Musica in tutto il mondo ...

Uto Ughi e Andrea Bacchetti

www.comune.venezia.it - 8 gennaio 2019, (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

... E il concerto più atteso della XXXIII stagione sinfonica di musica da camera e sinfonica non delude le aspettative. Lunghi minuti di applausi per Uto Ughi che accompagnato al pianoforte da Andrea Bacchetti si è esibito in una selezione di brani che costituiscono delle vette del repertorio violinistico del Settecento ed Ottocento ...

Tutto esaurito al teatro Toniolo di Mestre per il concerto "Omaggio a Uto Ughi"

www.giornalenordest.it - 26 gennaio 2019, (redazione)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Come da tradizione sarà l'8 dicembre a dare avvio alla rassegna musicale "Dicembremusica", da anni attesa da un pubblico sempre più numeroso ... Realizzata dalla Società Filarmonica in collaborazione con il Comune di Chiavari, anche quest'anno protagonista assoluta sarà la Superba Chamber Orchestra, formata da alcune prime parti della prestigiosa Orchestra del teatro Carlo Felice di Genova ... Altro ospite sempre molto gradito al pubblico chiavarese, il maestro Andrea Bacchetti, virtuoso del pianoforte, sarà protagonista del concerto del 27 gennaio, dedicato al "Giorno della Memoria", appuntamento di grande intensità emotiva ...

In scena Superba, poi Ventura e Big Band, e Polverelli, Benitez, Iovino, Bacchetti...

il Secolo XIX - 21 novembre 2018, (P.P.)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... Il GIMYF inaugura la rassegna mercoledì 30 gennaio a Palazzo Ducale con un primo concerto dedicato a "Il Sinfonismo mitteleuropeo" che avrà come protagonista il pianista genovese Andrea Bacchetti sostenuto dalla Alpen Symphonie Orchester diretta dal direttore spagnolo Ricardo Casero. Il programma musicale prevede di Mozart l'Ouverture dalle Nozze di Figaro e il Concerto per pianoforte e Orchestra K503 e di Beethoven la Sinfonia n. 6 meglio conosciuta come "Pastorale". Una "Sinfonia Caracteristica" la cui partitura è «più espressione del sentimento che pittura di suoni» come scrisse lo stesso Beethoven. ...

"Il Sinfonismo Mitteleuropeo" Concerto di Andrea Bacchetti e Ricardo Casero

www.genova24.it - 29 gennaio 2019, (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

Genova - Si legge Gimyf, proprio come è scritto, ma i significati sono molteplici. È il "Genoa International Music Youth Festival", una kermesse dedicata ai giovani talenti e a chi si vuole accostare come ascoltatore alla musica classica. In sala, per l'apertura del 30 gennaio intitolata "Il sinfonismo mitteleuropeo", si sono raccolti circa 400 appassionati. Il vero debutto del concerto è stato quello del giovane dodicenne romano di nascita Jacopo Di Gennaro, che lo ha definito «L'opportunità di un palco davvero importante e una grandissima emozione», mentre per il solista al pianoforte Andrea Bacchetti si è trattato di «Un ritorno a casa e l'incoraggiamento ai giovani della "Alpen Symphonie Orchester" (L'Orchestra delle Alpi)». Una formazione che rilancia il territorio attraverso oltre 40 strumentisti professionisti provenienti da diverse parti del mondo. ...

Gimyf Festival, tutto esaurito per il concerto d'esordio

il Secolo XIX - 31 gennaio 2019, (Giulia Cassini)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

Sostituzione d'eccellenza per l'ultimo importante appuntamento dell'Orchestra della Svizzera Italiana in Auditorio nel mese di gennaio. Giovedì 31 gennaio, alle 20.30 a Lugano all'Auditorio Stelio Molo RSI, Krzysztof Urbanski direttore ospite conteso dalle maggiori compagini internazionali e direttore musicale dell'Indianapolis Symphony Orchestra, sostituisce Markus Poschner, impegnato per una prestigiosa produzione dei Bayreuther Festspiele ad Abu Dhabi. Con l'estroso pianista italiano Andrea Bacchetti e l'OSI, il direttore polacco presenta un programma ispirato a capolavori del classicismo viennese di Mozart e Beethoven. ...

Krzysztof Urbanski dirige l'Orchestra della Svizzera Italiana

www.varesenews.it - 29 gennaio 2019, (redazione)

ARTICOLO COMPLETOgo

... Cosa si cerca sempre in Mozart?
«La naturalezza, quella con cui Mozart scriveva: sembrava pensare ai temi naturalmente, senza correzioni. Nella scelta dei tempi i margini sono piuttosto limitati, piuttosto noi interpreti dobbiamo dare carattere a quei temi sempre mantenendo l'agilità e una linea compatta, mai pesante.» ...

«Il fascino sempre attuale di Mozart consiste nella naturalezza della sua scrittura»

Corriere del Ticino - 30 gennaio 2019, (Giovanni Gavazzeni)

ARTICOLO COMPLETOgo

... Bacchetti molto poco concede agli abbandoni e ai languori di matrice romantica. È però proprio questa sua ritrosia sentimentale a permettergli di trasfigurare la musica di Mozart e di Bach in un sottilissimo gioco di linee, come in un disegno in bianco e nero in cui il colore, vale a dire la ricchezza delle sfumature timbriche, e la varietà dell'insieme, vale a dire la variabilità del tactus e dell'andamento del fraseggio, contano molto meno della leggerezza e dell'eleganza del tratto, con esiti emozionanti per quanto concerne la chiarezza dei particolari e le proporzioni tra le parti, ma anche per la qualità del fraseggio nel cantabile, poiché la ritrosia, in Bacchetti, non si traduce in un'asettica perfezione neoclassica. Il suo Mozart è stato giustamente applaudito dal pubblico ...
Tutti da incorniciare sono stati i due bis, a partire da un Preludio dalla Suite inglese n. 2 in la, impeccabile sul piano del gioco digitale e percorso da un'inquietudine ritmica sottilmente trascinante, come se la musica fosse sempre sul punto di rompere gli argini senza però mai davvero romperli. Quindi, a suggellare l'esibizione, è arrivata l'Aria delle Variazioni Goldberg, malinconica, lontana, enigmatica, Aria che è un po' la firma di Bacchetti, da sempre ossessionato dal capolavoro bachiano ...

Il Mozart smaltato e antiromantico di Andrea Bacchetti

www.rivistamusica.com - febbraio 2019, (Luca Segalla)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

... In cartellone a Serate Musicali, in Sala Verdi al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, l'Orchestra della Svizzera Italiana diretta da Krzysztof Urbanski, pianoforte solista Andrea Bacchetti. Da otto stagioni direttore musicale dell'Indianapolis Symphony Orchestra, il «grintoso» direttore polacco debutta a Serate Musicali ... suo ospite nella prima parte del concerto il pianista Andrea Bacchetti, che ritorna sul palco della società conceristica che ne accolse il debutto nel 1988.

Torna il pianista Bacchetti con un concerto di Mozart

www.ilgiornale.it - 4 febbraio 2019, (LuPav)

back

ARTICOLO COMPLETOgo

L'Orchestra della Svizzera Italiana diretta da Krzysztof Urbanski e Andrea Bacchetti al pianoforte sono i protagonisti del concerto che si terrà questa sera per la Stagione della Società dei Concerti al Teatro Grande ... un programma che inizierà e terminerà con Beethoven: del genio tedesco la OSI eseguirà come brano d'esordio l'Overture «Coriolano» cui seguirà, sempre nella prima parte, il Concerto per pianofortee orchestra in do maggiore K 503 di Wolfgang Amadeus Mozart interpretato alla tastiera da Andrea Bacchetti; nella seconda parte della serata la Sinfonia in do maggiore op. 21 di Beethoven ...

Bacchetti con l'Orchestra della Svizzera Italiana

Brescia Oggi - 5 febbraio 2019, (Luigi Fertonani)

ARTICOLO COMPLETOgo

Con un programma veramente bello l'Orchestra della Svizzera Italiana, in tournée diretta da Krzysztof Urbanski, è approdata martedì al Teatro Grande. ... È poi comparso il notissimo pianista Andrea Bacchetti, che si è esibito spesso anche a Brescia. Dopo la densa introduzione orchestrale il solista ha affrontato il K.503 di Mozart con sicurezza, nitore di suono, regolarità e curatissimo dinamismo. L'«Allegro maestoso» è complesso, virtuosistico e magistrale: il pianoforte si inserisce nel discorso orchestrale. A Mozart, nel 1786, non sembra più interessare la piacevolezza con cui si era imposto al pubblico viennese. Seguiva l'«Andante», ricchissimo di idee, espressivo. Infine l'«Allegretto», fantasioso, giocoso, operistico. Lungamente applaudito, il pianista ha concesso per bis una Sonata di Scarlatti, eseguita in modo eccellente, con freschezza, buon gusto. ...

Ottima l'Orchestra, giovane il direttore

Il Giornale di Brescia - 7 febbraio 2019, (Fulvia Conter)

ARTICOLO COMPLETOgo

Uno splendido successo personale per il pianista Andrea Bacchetti, l'altra sera al Teatro Grande ... un'interpretazione eccellente che ha visto il pianista dialogare sempre in modo serrato con la compagine orchestrale - un colloquio rigoroso tra le parti, quella pianistica e quella orchestrale, perfettamente integrate tra loro. Molto bello l'Andante, in cui Bacchetti ha potuto esibire un notevole virtuosismo, che ha poi saputo ribadire nel Rondò finale, con una speciale leggerezza che si è sposata benissimo col clima popolare di questa brillante conclusione ... il pubblico ha richiamato in scena più e più volte Andrea Bacchetti, fino a ottenere un delicato bis bachiano, a sua volta salutato da nuovi applausi ... il pianista ha firmato i suoi dischi nel Ridotto del Teatro Grande, e la piccola folla di appassionati che gli si è radunata intorno testimonia ulteriormente l'impressione notevole da lui suscitata nel corso della serata ...

Bacchetti, un dialogo d'autore

Brescia Oggi - 7 febbraio 2019, (Luigi Fertonani)

back

ARTICOLO COMPLETOgo