head
UK BIO

RASSEGNA STAMPA 2007



Esordio discografico di Antonello Manacorda quale neo direttore principale dell'orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano. Violinista di vaglia, già spalla di Mahler, una lunga complicità artistica con Abbado prima e Harding poi. Il musicista torinese trova tuttavia, nell'affrancamento da tali modelli, una certa personalità. Si astiene dal suono "corto" ed elettrico che va di moda, disegnando un Mozart più "appoggiato" e placido. Trova inoltre un'intesa con il pianismo di Andrea Bacchetti, il quale ricerca anche il gusto dell'affondo del tasto ma senza perdere il senso di leggerezza proprio dei Concerti presentati nel cd. Un esordio confortante e maturo per Manacorda e una conferma per Bacchetti...

Com'è placido il Mozart diretto da Manacorda

Corriere della Sera - 14 gennaio 2007, E. Gir.

back
... il pianismo di Andrea Bacchetti, già ospite fisso degli "Amici della Musica", raggiunge apici di perfezione e bellezza nel tocco d'ottocentesco linguaggio formale, esposto con la più lucida restituzione dell'humus cameristico. Bacchetti, partner del celebre violoncellista Rocco Filippini, sembra aver ereditato appieno l'impronta italiana più fulgida, tanto nel fraseggio solistico quanto nel sobrio accostamento agli archi ...

Musica, concerto d'eccezione all'Asam con Bacchetti e il Quartetto di Cremona

Giornale di Sicilia - 24 gennaio 2007, Corrado Genovese

... cinque artisti di gran talento che hanno dimostrato straordinarie qualità tecniche, interpretative ed espressive, ed hanno riscosso i più lusinghieri consensi ed i più calorosi applausi del folto uditorio: il Quartetto d'archi di Cremona ed il giovanissimo e valentissimo pianista Andrea Bacchetti ...

Il Quartetto di Cremona e il pianista Andrea Bacchetti
Al salone Carabelli dell'Arcivescovato l'ASAM ha inaugurato la sua 43a stagione concertistica

La Libertà, Siracusa - 3 febbraio 2007, Bernardino Zappa

back
Applausi a scena aperta e grande calore del pubblico potentino per un'altra grande serata di musica ... sul palcoscenico del Conservatorio Gesualdo da Venosa il pianista Andrea Bacchetti si è esibito insieme alla storica formazione della Scala ... In programma musiche di Puccini, Verdi, Rossini, Dvorak. Tanti applausi e bis ...

Serata di applausi e bis per i musici della Scala il pianista Bacchetti e il quartetto d'archi al Conservatorio

La Gazzetta del Mezzogiorno - 29 gennaio 2007

back
... Andrea Bacchetti stasera proporrà la sua interpretazione dell'opera bachiana ... lontano dalla ricerca della riproduzione del suono e dell'idea del clavicembalo, sarà un Bach più pianistico, con un uso leggero del pedale che renderà l'esecuzione delle Variazioni più consona a questo strumento ...

Bach nelle mani di Andrea Bacchetti

Roma - 3 febbraio 2007, Valentina Di Matteo

... Dall'aria iniziale e lungo tutte le Variazioni, Bacchetti ha mostrato come le Goldberg siano anche belle da vedere e non solo da ascoltare. Vedere le mani agili che volano sulla tastiera con tanta facilità è uno spettacolo, come è uno spettacolo ascoltare quella cascata di suoni che quelle mani creavano ... Bacchetti ha saputo sottolineare in ogni momento la purezza dei suoni e la bellezza dell'opera intera ... Pubblico silenzioso, attento, completamente rapito dall'arte compositiva di Bach e interpretativa di Bacchetti

"MozArtBox" sipario sulla classica

Roma - 6 febbraio 2007, Valentina Di Matteo

back
... l'atteso appuntamento ha rappresentato una vera "prima" per il pubblico tarantino: la prima volta del M° Bacchetti a Taranto e la prima volta che le Variazioni Goldberg (il vertice delle sperimentazioni di Bach nella creazione di musica per strumenti a tastiera) vengono eseguite integralmente per pianoforte. ...

Andrea Bacchetti ammalia con le "Variazioni Goldberg"

Taranto Sera - 7 febbraio 2007

Il pianista ha fatto sfoggio di abilità, rigore e maestria, destrezza e leggerezza d'esecuzione, pulizia del tocco ... Alla fine di 75 minuti ininterrotti di musica, grandi applausi e consensi dei numerosi spettatori ...

Magistrale esibizione di Andrea Bacchetti

TarantOggi - 7 febbraio 2007, Gaetano Laudadio

back
... uno spettacolo mozartiano assolutamente inedito e fuori dagli schemi ... sul palcoscenico, a fianco del pianista Andrea Bacchetti - vecchia conoscenza del pubblico bergamasco - l'attore genovese Luigi Maio, il "musicattore" ... in scena l'opera mozartiana fiabesca e fantastica per eccellenza: Il Flauto Magico ...

Il flauto magico apre la Società del Quartetto

L'Eco di Bergamo - 11 febbraio 2007, Bernardino Zappa

Un lazzo, uno scherzo. Quello che nell'originale è una favola, carica di metafore e allegorie, nella versione di Luigi Maio diventa un gioco ... una versione ironica, retta con indubbia maestria da Luigi Maio, mentre Bacchetti ha assecondato con diligente, giudiziosa e impeccabile presenza al pianoforte, oggetto pure lui di qualche lazzo da parte dell'attore ...

Con il Quartetto la musica diventa gioco

L'Eco di Bergamo - 14 febbraio 2007, Bernardino Zappa

back
... uno dei pianisti più aperti al nuovo ma anche attento alla musica del passato meno nota. Stasera alla IUC propone un programma dedicato alla musica tastieristica italiana della fine del '700 e dell'800 ...

vi consigliamo: Bacchetti, composizioni rare al piano

Il Messaggero - 6 marzo 2007, Alfredo Gasponi

... La IUC propone stasera alcune delle Sonate di Cherubini interpretate dal bravo pianista Andrea Bacchetti che ha appena inciso l'integrale per tastiera di Cherubini, per la prima volta su un pianoforte moderno ...

Cherubini e Rossini col piano di Bacchetti

La Repubblica - 6 marzo 2007, landa ketoff

... estroso, pianista precocissimo, raggiunta la maturità si è concesso una ricerca nervosa e inesausta nella letteratura per il suo strumento, che lo ha portato ad esplorare - oltre alla contemporanea - autori lontani come Bach, Debussy e Chopin ...

L'estroso Andrea Bacchetti

L'Unità, Roma - 6 marzo 2007, landa ketoff

Oltre a pagine di Rossini, Cimarosa e Clementi, il giovane pianista Andrea Bacchetti esegue le Sonate IV, V e VI di Luigi Cherubini, scelta inusuale perchè la riscoperta del Cherubini strumentale è avvenuta da pochissimi decenni attraverso gli strumenti d'epoca, ed inoltre perchè il compositore è più conosciuto per la sua produzione lirica ...

Andrea Bacchetti al piano per Cherubini

Corriere della Sera - 6 marzo 2007

Programma più colto e interessante che veramente equilibrato, questa indagine verso un repertorio incon-sueto e un po' enigmatico viene d'altronde da un pianista che si è segnalato per una propria originalità ... C'è nel suono di Bacchetti l'aspirazione alla bellezza del colore, ottenuta soprattutto attraverso la grande facilità ed eleganza della mano destra; da una parte un gusto che viene da una tradizione antica e un po' desueta, dall'altra una ricerca stilistica che guarda, anche nelle riprese variate, agli orientamenti più recenti.

Nel segno di Bacchetti

Il Manifesto - 9 marzo 2007, Arrigo Quattrocchi

... specializzato nella contemporaneità e molto apprezzato da Pierre Boulez, è forse il più valente esecutore nella musica pianistica di Luciano Berio ... Lo straordinario tocco morbido e sfumato di Andrea Bacchetti e la sua italianità hanno collocato le giovanili sonate di Cherubini accanto al sorridente settecento di Cimarosa, più che al pianismo già romantico di Clementi ...

Appuntamenti... nella Capitale

La Voce di Roma e Provincia - 15 marzo 2007, Paola Pariset

... il giovane pianista ha inquadrato le Sonate cherubiniane nella grazia serena dei clavicembalisti italiani ... evidenziandone la leggiadria col suo impareggiabile tocco puro come una carezza che - anche nelle maggiori difficoltà tecniche altrove offerte dai compositori del Novecento - riconduce sempre ad una superiore armonia ...

Andrea Bacchetti all'Università "La Sapienza"

Ragioni Socialiste, Roma - marzo 2007, Paola Pariset

back
... Bacchetti è "interessante" nell'approccio stesso allo strumento e alla sua letteratura, nella formazione e nel rifarsi a determinati numi del firmamento pianistico, nel repertorio e infine nel modo di suonare, che gli conferiscono una autentica singolarità in un panorama affollato ma piuttosto omogeneo ... Bacchetti predilige il frammento e quelle piccole forme che convergono e si addensano intorno a un centro, come sfaccettate istantanee di un particolare momento. Di queste forme lo affascina la perfetta struttura, che trova riscontro in un accanito lavoro sul suono e sulla ricorrenza di incisi e timbri. Da qui deriva l'attuale suo interesse per J.S. Bach, proposto sempre più spesso in concerti monografici che gli vengono richiesti un po' dappertutto e specialmente da importanti istituzioni musicali internazionali ...

Andrea Bacchetti a Palazzo Venezze

Il Resto del Carlino - 18 marzo 2007, Sergio Garbato

Precisione, temperamento, gusto raffinato ... Totalmente rapito da ogni interpretazione, Bacchetti ha adottato una sonorità sempre elegante ma decisa, tesa a mettere in evidenza gli impeccabili fraseggi, la precisione della tecnica e il gusto maturo, anche nelle sezioni ritmicamente più serrate, fino all'esplosione di virtuosismo dell'ultimo brano

La precisione e il gusto di Andrea Bacchetti al Venezze

Il Gazzettino - 20 marzo 2007, Sofia Teresa Bisi

... pianista destinato a lasciare traccia, grazie ad una personalità musicale inconfondibile ed alla capacità di coniugare l'eredità dei grandi maestri con il gusto della contemporaneità. ... A far da filo conduttore ricondurre il tutto a una autentica unità stilistica ed espressiva, un fraseggio (ma saremmo tentati di dire una "dizione") letteralmente favoloso, morbido ed assertivo al tempo stesso, capace di ridefinire e sfumare una sonorità per altri versi fin troppo netta. ... la pienezza stilistica di un interprete che torna a rileggere il repertorio con l'occhio di un profeta.

Una straordinaria rilettura di Beethoven e Debussy

Il Resto del Carlino - 20 marzo 2007, Sergio Garbato

back
... il pianista Andrea Bacchetti eseguirà musiche di Cimarosa, Cherubini, Clementi, Rossini. Nel corso della serata sarà presentato il suo ultimo cd, le Sei Sonate di Luigi Cherubini, in prima incisione mondiale sul pianoforte moderno, prodotto dalla Sony su etichetta RCA ...

Concerto straordinario con il Cherubini di Bacchetti

Il Secolo XIX, Savona - 23 marzo 2007

back
Mozart: Concerti per pianoforte n. 11 K 413 e n. 12 K 414 - Fantasia in Re minore K 397 - Variazioni sopra un'arietta "Lison dormait" K 264 - Rondò in Re maggiore K 485
La Bottega Discantica, 2006, durata 76' 4stars
La fertile mondanizzazione musicale di Bacchetti, che accantona per un po' il pianismo aguzzo usato per Bach e Berio, rivela un interprete capace di dare luminosità al passo ispirato del giovane Mozart ... l'orchestra dei Pomeriggi Musicali scorta con lodevole garbo, ma anche con una giusta dose di delicata incisività, il Mozart schietto e privo di tentennamenti stilistico-espressivi di Bacchetti ...

Luminoso e aristocratico

Suonare News - aprile 2007, E. Gir.

back
... un pianista che non rinuncia mai alla ricerca e non si ferma certo di fronte all'ovvio, anche con un coraggio che va sottolineato. Perchè aggirarsi tra Beethoven e Chopin, Schumann e Brahms è una faccenda mica semplice, ma se non altro ha dalla sua la notorietà degli autori e delle pagine. Ma ben altra cosa è sciorinare nell'ordine Cimarosa e Cherubini, Scarlatti, Clementi e Rossini ... Bacchetti ha attraversato le loro composizioni con gesto sicuro, musicalità istintivamente comunicativa, raffinata misura di stile ma rigorosa evidenza strumentale, dipanando le dolcezze melodiche di Scarlatti così come le ambizioni strutturali di Clementi con nitida evidenza analitica e morbida ricchezza di suono ...

Da Scarlatti a Rossini le note coraggiose di Bacchetti

Il Giornale di Vicenza - 14 aprile 2007, Cesare Galla

back
... il giovane Andrea Bacchetti, attento ad assecondare con sobrietà di tocco le pulsanti liquefazioni sonore e la trasognata emotività di Debussy, si è prodotto in crescendo in un dialogo concertante con l'orchestra nella sottolineatura limpida e fluida delle atmosfere di Franck - atmosfere ora assorte ora luminose, "descrittive" di stati d'animo cangianti ...

Successo per la Ofm in "salsa" francese

Corriere Adriatico, - 21 aprile 2007, Fabio Brisighelli

back
... Sul palco dell'Olimpico Andrea Bacchetti, talentuoso pianista, presenta in forma quasi didascalica lo sviluppo evolutivo di una musica che, a partire da Bach (il compositore dal quale - sostiene lo stesso Bacchetti - "tutto è incominciato") e attraverso altri tre maestri più moderni - Debussy, Ravel e Villa Lobos - sfocia in quella rivoluzione stilistica che trova la sua massima espressione contemporanea proprio nel jazz. ...

Bacchetti delizia, de Paula-Bosso trascinano
E Ibrahim al piano chiude la serata all'Olimpico con una fluente suite

Il Giornale di Vicenza - 19 maggio 2007, Lino Zonin

La seconda serata al teatro Olimpico si apre con un recital di Andrea Bacchetti ... Ex bambino prodigio, Bacchetti dimostra dimestichezza nell'affrontare compositori diversi ... nella "Suite Francese n. 5" di Bach, in maniera dolcemente elegante riesce a trasferire sulla tastiera del pianoforte, secondo le intenzioni dell'autore, la scrittura tipica delle danze popolari ... e, a seguire, interpreta con emozione Debussy e Ravel ...

Andrea Bacchetti "Omagggio a Ravel e De Falla"

wwww.jazzitalia.net/iocero/vicenzajazz2007_3.asp

... Un concerto ha fatto spicco su tutti gli altri, accostando tra loro un virtuoso del pianoforte classico come Andrea Bacchetti e il pianista sudafricano Abdullah Ibrahim (un tempo chiamato Dollar Brand) ... Andrea Bacchetti, noto e affermato da tempo, sorprende chi non lo frequenta per via della corporatura minuta e dell'atteggiamento timido e riservato. Poi, quando inizia a suonare, è tutta un'altra cosa.
A Vicenza ha presentato una mezz'ora di brani deliziosi, scelti con attenta cura: Bach, Ravel, Debussy, Villa-Lobos. E un bis tra applausi clamorosi ...

Bach, Debussy e uno Chopin africano

Amadeus - agosto 2007

back
Mozart: Concerti KV 413, KV 414, ecc.
Andrea Bacchetti / Orchestra I Pomeriggi Musicali / Antonello Manacorda
La Bottega Discantica / Discantica 147 / Distr.: Ducale / 2006 / DDD / Libretto: suff. / Italiano
Giudizio Artistico: 5stars Giudizio Tecnico: 5stars

Cd e video - Segnalazioni

Amadeus - giugno 2007, (redazione)

back
Il Chiostro della Biblioteca Classense questa sera ospita Andrea Bacchetti. Giovane ma già affermato pianista, Bacchetti si è sempre distinto per il minuzioso lavoro sul timbro e per l'approccio assolutamente analitico ... il concerto è in collaborazione con le "Serate Musicali" di Milano ...

Il giovane talento di Bacchetti nei chiostri della Classense

Il Resto del Carlino, Ravenna - 30 giugno 2007

Ancora un concerto pianistico, dopo il grande Grigorij Sokolov è ora la volta del giovane Andrea Bacchetti che questa sera sarà ospite di Ravenna Festival nel palcoscenico allestito al chiostro della Biblioteca Classense. ...

Bacchetti in Classense, un altro grande concerto pianistico

Il Corriere di Romagna, Ravenna - 30 giugno 2007, (s.v.)

... Ai chiostri della Biblioteca Classense ha luogo il recital del pianista genovese Andrea Bacchetti, che darà prova del suo straordinario talento con un programma di musiche di Bach e Berio. ...

Il ballo di San Vito passa con l'eleganza di Andrea Bacchetti

La Voce di Romagna, Ravenna - 30 giugno 2007, Marcella Matacena

back
... quando è la volta di Andrea Bacchetti, ci regala al pianoforte intensi momenti di compartecipazione ...

Il mondo dei bassi di Luigi Maio e Andrea Bacchetti

RavelloFestival News, n.11 - Ravello 26 luglio 2007, Maria Rosaria Denisi

back
... Il giovane ma già affermato artista genovese si esibirà questa sera all'aperto: in programma brani di Berio, Cherubini e Scarlatti ...

"Un pianoforte sotto le stelle" con Andrea Bacchetti a Zoagli

Il Secolo XIX - Genova, 28 luglio 2007

... Una serata imperdibile per tutti gli appassionati dell'ottima musica, ascoltando un grandissimo artista che con il suo tocco musicale è in grado di far sognare ...

La grande classica approda nel borgo di Zoagli

Corriere Mercantile - Genova, 28 luglio 2007

back
Mozart: Concerto per pianoforte K413; Concerto per pianoforte K 414; Fantasia K 397; Variazioni K 264; Rondò K 485.
Andrea Bacchetti, pianoforte / Orchestra I Pomeriggi Musicali - Antonello Manacorda, direttore
DISCANTICA 147 DDD 76:46 4stars
Bacchetti suona il Mozart dei Concerti da quando era bambino e faceva tournées con l'orchestra di Lucerna. Ovviamente il suo Mozart adesso è diverso, più pensato, controllato, analizzato, "maturato" ... il pianista genovese dà un'immagine di questi due Concerti molto accurata e sensibile, molto controllata nel suono ... l'impegno e la serietà di questa esecuzione è già una precisa scelta psicologica. Un'accorta pedalizzazione lascia poi Mozart nel suo secolo, anche se Bacchetti - come fa col suo prediletto Bach - si guarda bene dal ricercare sonorità clavicembalistiche. ...

Le recensioni di Musica

Musica - n.188 luglio-agosto 2007, (redazione)

back
... Bacchetti è un giovane raffinatissimo pianista che pare tutt'uno con quell'atmosfera mozartiana di raro equilibrio artistico e spirituale ... Andrea Bacchetti è fatto di musica: la sua vita pare pausata tutta nell'attesa di far scorrere le agili dita sulla tastiera - con la maestria che sa esprimere - perchè in quell'attimo magico lascia il suo corpo e diventa il suono che lui stesso genera ... Applausi stupiti, sinceri e commossi ...

Andrea Bacchetti al piano ha incantato il pubblico della Rocca

Il Resto del Carlino - 21 agosto 2007, Ivana Baldassarri

back
... Alcune battute bastano per far capire il perfezionismo di Bacchetti: una precisione impeccabile che non toglie nulla al lato musicale ed emotivo che, anzi, viene esaltato. Il suo Bach non è privo di passione, ed esprime una malinconica dolcezza. Al pianista piace davvero suonare (cosa più rara di quanto si pensi) e, quindi, riesce a conquistare il pubblico ...

A tutto Bach con il piano di Bacchetti

Gazzetta di Parma - 17 dicembre 2007, Giulio Alessandro Bocchi

back