ANDREA BACCHETTI RIVISITA BACH

J.S.Bach, che ha 325 anni, un omone forte, saldo e quieto, suona da dio le tastiere e preferisce il piccolo clavicordo. Andrea Bacchetti, che ne ha 33, un omino minuto e un ragazzo dalla rapida irruenza, e suona da virtuoso il piano a coda. Ora presenta in un cd della Dynamic le toccate del grande Bach, composizioni di spericolata esattezza, di equilibrio e di scioltezza illimitata. Sfida? No, devozione e alleanza. (Lorenzo Arruga)

PANORAMA | 15 luglio 2010